Sottostanti utilizzati nelle varie strategie di portafoglio


Le strategie basate sull'azionario americano lavorano su titoli la cui pesatura settoriale complessiva è rappresentata nella figura sottostante. E' possibile notare come ogni settore sia equamente distribuito, non rischiando così di essere sovra-esposti in un particolare campo piuttosto che in un altro. Questa allocation è stata strutturata al fine di contenere il rischio e beneficiare della diversificazione di mercato. Nei vari sistemi che compongono il portafoglio ci siamo avvalsi soprattutto di titoli value, in particolare delle Dividend Aristocrats, azioni con beta inferiore al mercato, aventi morfologia fisiologicamente più stabile e con draw-downs mediamente più contenuti. Gran parte dei titoli fanno fa parte anche del noto indice S&P100, in particolare le BlueChips, le quali, oltre ad avere una capitalizzazione non indifferente, sono più economiche ai fine dello slippage (bid-ask spread).



Le DA, oltre ad avere una buona linearità, sono note per le loro proprietà sui dividendi; infatti, per fare parte di questa nicchia, la società deve avere aumentato il dividendo, in favore degli azionisti, da almeno 20 anni.



Così, come è possibile vedere dal grafico, si beneficia di una liquidità in entrata non indifferente, avente cadenza mensile o trimestrale, che prescinde dall'andamento borsistico.



Tutti i cross ed i cambi scelti sul mercato forex sono stati selezionati sulla base della liquidità e della minimizzazione dello slippage. Quest'ultimo aspetto non è di certo trascurabile in quanto per alcune coppie forex, soprattutto quelle più esotiche, l’ampiezza dello spread fra bid ed ask potrebbe denaturare l'andamento della strategia stessa.



Il terzo settore per diversificazione appartiene alle commodities. I sistemi che lavorano su questa asset class, sono stati concepiti sulla base di strutture più o meno complesse tramite le opzioni. Parliamo infatti di strutture su futures-options. Il paniere scelto per questo tipo di operatività è così disposto:



In sintesi, tutti i sottostanti utilizzati che, tra le varie strategie azionarie e non, ammontano a circa 150, contribuiscono al processo di decorrelazione, al fine di minimizzare il rischio globale del portafoglio.

Privacy Policy  Cookie Policy