Logiche & Software


Nella creazione di portafogli dinamici prestiamo da sempre particolare attenzione alla diversificazione. La nostra filosofia si basa su una differenziazione sostanziale tra strumenti e logiche di mercato. Da una recente ricerca che abbiamo effettuato, risulta, dati alla mano, che esiste una forte relazione, quindi non trascurabile, tra volatilità e correlazione. Per questo motivo, le logiche, la neutralità e la differenziazione tra strumenti è fondamentale, soprattutto in condizioni delicate di mercato. La diversificazione deve essere intelligente, non solo teorica.



Il passo decisivo nel campo della ricerca e conseguentemente nei portafogli, è avvenuto nel momento in cui abbiamo pensato e costruito un software in grado di gestire autonomamente i sistemi in portafoglio. Esso infatti, è in grado, a seconda di specifiche regole decretate da algoritmi, di scegliere i sistemi più idonei alle attuali condizioni di mercato.



Dedichiamo molta cura a strutturare ogni sistema. Cerchiamo di ottimizzare i parametri il meno possibile, ma allo stesso tempo di "stressarli" per renderli più efficienti. Normalmente per ogni sistema che ha dei settaggi, in particolare quindi strategie derivanti dal mondo dei software algoritmici, viene effettuata un’ottimizzazione su una piccola parte detta In-Sample; i parametri che ne derivano, vengono applicati su un periodo sconosciuto al sistema, detto Out-Of-Sample. Un altro modo per valorizzare lo studio deriva dall'applicazione dei parametri identificati tra IS e OOS a tutto il paniere di sottostanti sui quali si vuole operare. Ogni strategia più o meno complicata, prima di essere inserita nel portafoglio, passa un periodo di osservazione e validazione su conti papers di almeno 2 mesi. Questo serve per far emergere, nel caso in cui dovessero esserci, sotto-casi o problemi operativi.



La nostra esperienza pluriennale sul campo degli investimenti ci ha portato a sviluppare maggiormente la componente legata al rischio. Pur non rinunciando a buoni rendimenti, le nostre strategie sono state concepite con l'intento di prediligere la linearità; per questo, la componente hedging, sotto varie vesti, è sempre presente nel portafoglio. Sotto forma di copertura naturale nel caso di coppie cointegrate, hedging tramite strumenti contrarian nell'azionario puro e tramite costruzioni di strutture chiuse nelle opzioni in commodities. Il valore aggiunto tra strategie si crea nel momento in cui, andandole a sommare, otteniamo metriche di portafoglio migliorative. Un r-quadro più alto ad esempio è sintomo di linearità e smoothing; ciò vuol dire che le strategie sono ben decorrelate creando valore aggiunto.







Attualmente possiamo vantare un buon portafoglio di strategie decorrelate con buoni rendimenti e bassi draw-downs in tutte le condizioni di mercato. I portafogli market neutral sono un obiettivo che abbiamo raggiunto dopo anni di ricerca e che tutt'ora sono in continuo mutamento ed evoluzione.



Privacy Policy  Cookie Policy